Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Vicenza

Fondazione dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Vicenza

Lavori pubblici

VARATE DALL’ANAC LE NUOVE LINEE GUIDA SUI SERVIZI DI ARCHITETTURA E INGEGNERIA

L’ANAC, con determinazione n°4 del 25 febbraio 2015, ha varato le nuove
Linee Guida per l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria,
superando una serie di criticità dell’attuale quadro normativo.

GLI OBIETTIVI RAGGIUNTI DAGLI ARCHITETTI ITALIANI - PRIMO APPROFONDIMENTO

AVCPASS (AUTHORITY VIRTUAL COMPANY PASSPORT)

AVCPASS (Authority Virtual Company Passport)
Le innovazioni nelle procedure di gara per l’affidamento di lavori, servizi e forniture, dettate dalla Deliberazione dell’AVCP n°111/2013, in vigore da Gennaio 2014.

A partire dal 1° gennaio 2014, la verifica dei requisiti, negli affidamenti di lavori, servizi e forniture di importo superiore a 40.000 euro, viene eseguita dalle Stazioni Appaltanti esclusivamente mediante il sistema AVCPASS.
Il sistema è stato introdotto dalla deliberazione AVCP n°111 del 20/12/2012, in piena attuazione all’art. 6 bis del D.Lgs. 163/2006 (Codice dei Contratti), che obbliga, proprio le stazioni appaltanti e gli enti aggiudicatori, a verificare la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico organizzativo ed economico finanziario, per la partecipazione alle procedure disciplinate dal Codice, esclusivamente attraverso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, istituita presso la stessa l’Autorità.
Rimangono esclusi dall’obbligo di ricorso ad AVCPASS solamente gli appalti
svolti attraverso procedure interamente gestite con sistemi telematici o con sistemi dinamici di acquisizione o attraverso il mercato elettronico nonché gli appalti nei settori speciali. Per tali casi occorrerà attendere un’apposita deliberazione dell’Autorità.

Pubblichiamo un VADEMECUM indirizzato non solo ai liberi professionisti, ma anche ai colleghi che svolgono la loro attività in seno alle Stazioni Appaltanti.

TARIFFE DEI LAVORI PUBBLICI DM GIUSTIZIA 31 OTTOBRE 2013 N. 143

È stato pubblicato nella GURI n. 298 del 20 dicembre 2013 il regolamento (definito dal DM Giustizia 31 ottobre 2013 n. 143) che stabilisce i parametri sulla base dei quali determinare i corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici nei servizi di progettazione. 
Per facilitare il lavoro alle stazioni appaltanti il Consiglio Nazionale degli Architetti , in collaborazione con la società Blumatica S.r.l. hanno realizzato un apposito software in grado di calcolare i compensi professionali in modo semplice e immediato.

SCARICA IL SOFTWARE

SCARICA IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO MINISTERIALE

NUOVE PROCEDURE RILASCIO NULLA OSTA INTERVENTI SULLE STRADE PROVINCIALI

In ottemperanza al D.P.R. 160 del 7/9/10, nonché al D.L. n. 83 del 22/6/12 ed alla successiva L. n. 134 del 7/8/12 , del D.L. n. 83 del 22/6/12", oltre che alle disposizioni impartite dalla Provincia di Vicenza, l'Ufficio Concessioni ed Autorizzazioni di Vi.abilità s.p.a., società a cui la Provincia di Vicenza ha affidato la gestione delle strade provinciali, intende adeguare l'iter burocratico/amministrativo relativamente al rilascio dei Nulla Osta per tutte le istanze previste sulle SS.PP. ed in fregio ad esse, poste all'interno del perimetro urbano.

Ogni istanza (quando ricadente all'interno del centro abitato) dovrà essere presentata esclusivamente al Comune territorialmente competente, quindi, dallo stesso trasmessa all'Ufficio Concessioni di Vi.abilità s.p.a. per il rilascio del Nulla Osta, ove necessario.

A tal fine, si allega alla presente, la modulistica in uso presso l'Ufficio Concessioni ed Autorizzazioni, così da agevolare la presentazione dell'istanza di parere, completo di tutti i documenti necessari.

Poiché tale nuova procedura comporterà un riassetto organizzativo da parte dei vari Uffici Comunali, ancorchè già prevista dalla normativa vigente, oltre che dell'Ufficio Concessioni ed Autorizzazioni di Vi.abilità s.p.a., si comunica che, a partire dal 01/09/2013, le istanze presentate da privati e/o ditte ricadenti all'interno del centro abitato e pervenute direttamente all'Ufficio Concessioni di Vi.abilità s.p.a., verranno inoltrate ai Comuni competenti, così da attivare la corretta procedura prevista dalla normativa vigente.

Allegati) MODULI AUTORIZZAZIONI E CONCESSIONI RELATIVI A INTERVENTI SULLE STRADE PROVINCIALI

REVISIONE DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

Pervengono a questo Consiglio Nazionale numerose segnalazioni in merito ad affidamenti di servizi di architettura e ingegneria da parte di stazioni appaltanti che stimano i corrispettivi senza riferimento ad alcuna regola.
Nel merito, è bene ricordare il contenuto dell’art. 5 del Decreto Legge 22 giugno 2012, n. 83 (cosiddetto decreto sviluppo), convertito nella Legge 7 agosto 2012, n. 134 (G.U.R.I. n. 187 del 11.08.2012), il quale, recependo gli emendamenti già precedentemente proposti da questo Consiglio, così recita:

1. (…) Ai fini della determinazione dei corrispettivi da porre a base di
gara nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi
relativi all'architettura e all'ingegneria di cui alla parte II, titolo I, capo
IV del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, si applicano i parametri individuati con il decreto di cui al primo periodo, da emanarsi, per gli aspetti relativi alle disposizioni di cui al presente periodo, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (…).

2. Fino all'emanazione del decreto di cui all'articolo 9 comma 2,
penultimo periodo, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, (…), le tariffe professionali e le classificazioni delle prestazioni vigenti prima della data di entrata in vigore del predetto decreto-legge n. 1 del 2012 possono continuare ad essere utilizzate, ai soli fini, rispettivamente, della determinazione del corrispettivo da porre a base di gara per l'affidamento dei contratti pubblici di servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria e dell'individuazione delle prestazioni professionali.


Ne consegue che, fino all’emanazione dell’apposito decreto del Ministro della Giustizia, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, permane l’obbligo per i R.U.P. di fare esplicito riferimento al D.M. 4 aprile 2001 ai fini del calcolo dei corrispettivi da porre a base d’asta. Ciò, peraltro, scongiura il rischio che le stazioni appaltanti, sottostimando i corrispettivi, oltre a mortificare i professionisti, possano eludere procedure di evidenza pubblica, in dispregio ai principi di trasparenza a cui si ispira il Codice dei contratti e le direttive comunitarie.

DELIBERAZIONE AVCP N. 49

DELIBERAZIONE AVCP n. 49

25/05/2012
In assenza dei riferimenti tariffari abrogati dal DL 1/2012 (convertito in Legge n. 27/2012) l'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavoro, Servizi e Forniture  con Deliberazione n. 49 fornisce alcune prime indicazioni in relazione alle modalità di individuazione del corrispettivo da porre a base di gara, alla  determinazione dei requisiti di partecipazione  e alla verifica di congruità  delle offerte.

CIRCOLARE CNAPPC N. 66 DEL 22.05.2012

DELIBERAZIONE AVCP N. 29 DEL 03.05.2012

NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI

Circolare Regione Veneto del 15/01/2010