Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Vicenza

Fondazione dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Vicenza

Servizi Agenzia del Territorio

1 2

NUOVE MODALITÀ PER LA PREDISPOSIZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI VOLTURE CATASTALI TRAMITE LA PROCEDURA INFORMATICA VOLTURA 2.0 TELEMATICA

Si rende noto che è stato pubblicato il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate prot. 40468 del 10 febbraio 2021, che annuncia il rilascio del nuovo software di aggiornamento “Voltura 2.0 – Telematica”.
Il citato Provvedimento può essere reperito nel sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, alla sezione “Provvedimenti”, presente nella home page.
L’implementazione del suddetto software si prefigge l’obiettivo di conseguire le seguenti finalità:

1) semplificare le operazioni di dichiarazione e aggiornamento dei dati, grazie all’accesso controllato e all’utilizzo coerente delle pertinenti informazioni contenute nelle banche dati dell’Agenzia delle Entrate;
2) favorire il corretto aggiornamento delle banche dati catastali, tramite l’inserimento di informazioni attendibili, coerenti e verificate, posto che il nuovo software utilizza servizi interattivi che consentono l’interrogazione, in tempo reale, delle informazioni presenti nei database catastali e ipotecari, nonché in Anagrafe Tributaria, utili per la predisposizione del documento di aggiornamento, il controllo dei dati in fase di compilazione e la sua trasmissione;
3) promuovere la compliance fra l’Agenzia e i contribuenti.

Dalla data di emanazione del provvedimento, tutte le domande di volture catastali, presentate attraverso il canale telematico dagli iscritti a categorie professionali abilitate ed afferenti a immobili che ricadono nei territori degli Uffici Provinciali – Territorio già adeguati al nuovo SIT (Sistema Integrato Territorio), dovranno essere predisposte tramite la nuova procedura informatica “Voltura 2.0 – Telematica”.

Il software “Voltura 1.1” continuerà, in ogni caso, a essere reso disponibile e mantenuto fino alla data di dismissione, successiva a quella di definitiva estensione a tutti gli Uffici Provinciali – Territorio dell’Agenzia, delle nuove procedure informatiche, realizzate con architettura SIT. Oltre tale data, che verrà resa nota con specifico comunicato, pubblicato sul sito dell’Agenzia, non sarà consentita la presentazione delle domande di volture predisposte tramite la procedura informatica “Voltura 1.1”.

NUOVA MODALITA' PRESENTAZIONE DOMANDE VOLTURE CATASTALI TRAMITE“Voltura 2.0 – Telematica”.

E’ pervenuto dalla Direzione dell’Agenzia delle Entrate il provvedimento del 10/02/2021, prot. n. 40468/2021, con il quale si forniscono disposizioni riguardo alle nuove modalità per la predisposizione e la presentazione delle domande di vlutra catastali tramite la procedura informatica “Voltura 2.0 – Telematica”.

GESTIONE DEL SERVIZIO DI RILASCIO DEGLI ESTRATTI DI MAPPA AD USO AGGIORNAMENTO

08/02/2021

E’ pervenuta dall’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare – la nota dell’8/02/2021, prot. n. 36914, con la quale si forniscono indicazioni circa la proroga di validità degli estratti di mappa ad uso aggiornamento.

MODALITA' DI CONSULTAZIONE DELLE BANCHE DATI CATASTALI

11/02/2021

E’ pervenuto dalla Direzione dell’Agenzia delle Entrate il provvedimento dell’11/02/2021, prot. n. 41910/2021, con il quale si forniscono disposizioni riguardo all’"Implementazione delle modalità di consultazione telematica delle planimetrie catastali da parte dei pubblici ufficiali incaricati della stipula degli atti immobiliari e dei professionisti abilitati alla presentazione telematica degli atti di aggiornamento catastale.

26/01/2021

E’ pervenuto dalla Direzione dell’Agenzia delle Entrate il provvedimento del 26/01/2021, prot. n. 24383, con il quale si forniscono disposizioni in merito alle modalità di consultazione delle banche dati catastali.

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA OBBLIGATORIETÀ DELLA PREDISPOSIZIONE DELL'ELABORATO PLANIMETRICO NELLA PRESENTAZIONE DI DICHIARAZIONI DI VARIAZIONE DOCFA

E' pervenuta nota prot. n° 16458 del 20/01/2021 della Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare  riguardante chiarimenti sulla obbligatorietà della predisposizione dell’Elaborato Planimetrico nelle dichiarazioni di variazioni DOCFA in Catasto

NUOVO COMUNE DI VALBRENTA. VARIAZIONE CIRCOSCRIZIONALE PER LA COSTITUZIONE DELLE NUOVE BANCHE DATI CATASTALI

16/11/2020

Si informa che sono concluse con esito positivo le operazioni di aggiornamento di tutti gli archivi catastali per la costituzione del nuovo comune di Valbrenta.
Per il corretto utilizzo degli applicativi per gli aggiornamenti catastali (Doc.Fa., Doc.Te., Voltura) devono essere aggiornati gli archivi prelevandoli dalle relative sezioni del sito dell’Agenzia delle Entrate.

 

AVVIO DELLE INDAGINI DI CUSTOMER SATISFACTION PER L'ANNO 2020 SUI SERVIZI TELEMATICI CATASTALI E IPOTECARI

3/11/2020

Nell’ambito della Convenzione stipulata fra Ministero dell’Economia e delle Finanze e Agenzia delle Entrate per gli anni 2019-2021, l’Agenzia ha assunto l’impegno di svolgere, in ciascun anno, indagini di customer satisfaction sui servizi erogati nei diversi canali e nei confronti della generalità dei contribuenti per individuare possibili aree di miglioramento; per il 2020, l’indagine avrà ad oggetto i servizi telematici catastali e di pubblicità immobiliare, in particolare:

- i servizi di trasmissione telematica degli atti di aggiornamento catastale, cartografico e di pubblicità immobiliare attraverso la piattaforma telematica SISTER;
- i servizi di consultazione telematica catastale e di pubblicità immobiliare sia per gli utenti convenzionati attraverso la piattaforma SISTER, sia ad accesso libero attraverso i servizi resi disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate o nell’ambito del servizio Fisconline/Entratel;
- il servizio telematico di correzione dei dati catastali Contact Center Catasto.


L’indagine, realizzata in collaborazione con Sogei S.p.A., punta a conoscere il livello di gradimento di cittadini e professionisti dei servizi catastali e di pubblicità immobiliare offerti tramite i canali telematici e caratterizzato da un’elevata domanda.
L’indagine sarà realizzata rendendo disponibile un questionario online a cui gli utenti potranno accedere da link pubblicati nelle sezioni dedicate ai rispettivi servizi telematici e, per il servizio “Contact Center Catasto”, presente nell’email di risposta inoltrata all’utente a chiusura del servizio.
L’analisi dei dati sarà curata da una società terza. I giudizi espressi saranno raccolti garantendo l’anonimato sia dell’utente che, laddove previsto, dell’operatore che ha erogato il servizio, nel rispetto della normativa in materia di riservatezza e protezione dei dati personali.
Le rilevazioni, delle quali verrà data comunicazione sul sito istituzionale, sono in corso di avvio e proseguiranno nel mese di novembre. I risultati saranno presentati alle strutture coinvolte e pubblicati sul sito nella sezione “Qualità dei servizi”.

SERVIZI CATASTALI: AGGIORNAMENTO MODALITA' DI EROGAZIONE

22/10/2020

La presente nota aggiorna la precedente nota prot. n. 48328 del 5 giugno 2020 in merito all’erogazione dei servizi catastali, introducendo alcune modifiche resesi necessarie per migliorare la qualità del servizio offerto.

AGEDP-VI_102537_2020_1669.pdf

allegato 1

allegato 2

CENSIMENTO IN CATASTO DELLE CANTINE E DELLE AUTORIMESSE SCHEMI ESEMPLIFICATIVI E PRECISAZIONI IN TEMA DI VERIFICA DELLE DICHIARAZIONI DOCFA

07/10/2020

si trasmette la nota della Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare, prot. n° 321457 , riguardante il censimento in Catasto delle cantine e delle autorimesse, con schemi esemplificativi e precisazioni in tema di verifica delle dichiarazioni DOCFA.

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI VOLTURA

29/07/2020

Con riferimento alla nota prot. n. 70753 del 29/07/2020 e, in particolare, a quanto indicato a pagina 2 dell’Allegato 1, si precisa quanto segue.
Ai sensi dell’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 650, “ogni qualvolta vengono posti in essere atti civili o giudiziali o amministrativi che diano origine al trasferimento di diritti censiti nel catasto dei terreni, coloro che sono tenuti alla registrazione degli atti stessi hanno altresì l'obbligo di richiedere le conseguenti volture catastali. Lo stesso obbligo incombe, nei casi di trasferimenti per causa di morte, a coloro che sono tenuti alla presentazione delle denunce di successione. Le domande di volture devono essere presentate nel termine di trenta giorni dall'avvenuta registrazione degli atti o delle denunce di cui ai precedenti commi”.
Per la riunione di usufrutto, uso o abitazione, a seguito dell’estinzione del diritto stesso per la morte del titolare, non è ora prevista la redazione di uno specifico atto con l’obbligo della registrazione, a norma del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131.
Pertanto, la sanzione per mancata o tardiva presentazione delle domande di volture (che va da €15,00 a €61,00, così come specificato nell’allegato alla nota sopra menzionata) non si applica alle domande di volture per riunione di usufrutto, uso o abitazione presentate oltre il suddetto termine di 30 giorni.

 

NOTA PROT. N. 70753 DEL 29/07/2020: Il periodo di emergenza sanitaria ha richiesto una diversa organizzazione delle attività riguardanti le domande di voltura, passando dal front-office fisico (ufficio) al front-office telematico (posta elettronica certificata). Il nuovo sistema di gestione documentale ha evidenziato non poche criticità, segnalate dalle categorie professionali oltre che da reclami presentati dall’utenza.

Nelle ultime settimane è stato attuato un piano di recupero delle situazioni critiche ed è stato elaborato un nuovo modello organizzativo per la gestione dei flussi documentali.
Il nuovo modello prevede due fasi: 1) controlli preliminari; 2) verifiche di merito.

I controlli preliminari riguardano la completezza delle documentazione trasmessa e la verifica delle ricevute di pagamento degli importi dovuti.
Qualora la domanda di voltura non dovesse superare i controlli preliminari, l’ufficio archivierà la richiesta (domanda di voltura non accettata) restituendo tutti i documenti. Il richiedente dovrà trasmettere una nuova domanda completa di tutti i documenti previsti.
Qualora, invece, la domanda di voltura dovesse superare i controlli preliminari, l’ufficio comunicherà al richiedente il numero di protocollo della richiesta (riferimento della pratica).

Dopo la fase dei controlli preliminari, saranno eseguite le verifiche di merito e l’ufficio potrà chiedere eventuali integrazioni, sospendendo la registrazione in banca dati. In quest’ultimo caso, il richiedente dovrà trasmettere le modifiche/integrazioni indicando nell’oggetto il numero di protocollo comunicato dall’ufficio nella prima fase dei controlli preliminari.

Ultimate le verifiche di merito, l’ufficio eseguirà la registrazione in banca dati e trasmetterà le ricevute di registrazione e di pagamento tramite posta elettronica certificata.

In allegato un opuscolo con indicate le modalità di presentazione delle domande di voltura.

INDICAZIONI SULL'EROGAZIONE DEI SERVIZI CATASTALI

05/06/2020

nota prot. n. 48328

Considerata l’attuale situazione epidemiologica COVID-19, si ritiene opportuno fornire indicazioni sull’erogazione dei servizi catastali.

I professionisti utilizzando la piattaforma SISTER possono, per via telematica, consultare i dati catastali informatizzati e presentare agli uffici provinciali - Territorio i documenti di aggiornamento delle banche dati.

I professionisti, abilitati alla presentazione degli atti, possono consultare le immagini planimetriche delle unità immobiliari su mandato dei titolari di diritti reali sull’immobile.

I Cittadini possono utilizzare Fiscoline per le consultazioni personali e altre modalità indicate sul sito internet dell’Agenzia per richiede ulteriori servizi.

Con riferimento agli atti di aggiornamento/rettifica dei dati catastali, nella seguente tabella vengono indicati i canali telematici da utilizzare per inviare le richieste.
Servizio Catastale:
Domande di voltura in afflusso;
Istanze di rettifica;
Istanze di autotutela;
Variazioni colturali (Mod.26);
Correzione dati catastali.
Trasmissione richiesta in ufficio:
Posta elettronica certificata:dp.vicenza@pce.agenziaentrate.it
Contact-center

La comunicazione della conclusione del procedimento e le eventuali ricevute di pagamento/registrazione, saranno trasmesse con lo stesso canale telematico utilizzato per la richiesta.

Altre richieste potranno essere inviate alla posta certificata dp.vicenza@pce.agenziaentrate.it o all’indirizzo di posta elettronica dp.vicenza.uptvicenza@agenziaentrate.it.

Nel seguito saranno analizzati alcuni specifici servizi, evidenziando che l’accesso all’ufficio è garantito, previo appuntamento, per i soli servizi non erogabili da remoto.

Assistenza professionale
L’utente può chiedere assistenza di tipo professionale per analizzare casi particolari trasmettendo una relazione, con eventuali allegati, all’indirizzo mail dp.vicenza.uptvicenza@agenziaentrate.it.
L’ufficio risponderà con lo stesso canale telematico o, nei casi di particolare complessità, prenoterà un appuntamento per l’utente al fine di analizzare il quesito posto. L’incontro potrà svolgersi anche mediante videoconferenza con la piattaforma “Lifesize” (in allegato si trasmette un guida per partecipare alla videoconferenza).

Certificati catastali

Il certificato catastale è il documento ufficiale che rappresenta i dati degli atti catastali (es.: dati identificativi/reddituali e grafici degli immobili; dati anagrafici degli intestati catastali) o la documentazione presente negli archivi dell’Agenzia (es.; copie di tipi mappali; elaborati planimetrici; copie di monografie di punti trigonometrici).
Il certificato catastale dovrà essere richiesto utilizzando il modello 8T-C e il rilascio al soggetto richiedente potrà avvenire previo pagamento dei relativi tributi speciali catastali e dell’imposta di bollo.
L’utente dovrà richiedere il certificato catastale trasmettendo il modello 8T-C con posta certificata all’indirizzo dp.vicenza@pce.agenziaentrate.it, allegando:
 la fotocopia di un documento di identità valido;
 il proprio recapito (posta elettronica, numero telefonico) e il domicilio per eventuali comunicazioni.
L’ufficio comunicherà all’utente, le modalità per il pagamento degli importi dovuti e il ritiro della documentazione.

Consultazione planimetrie di stadi pregressi
L’accesso alle planimetrie riferite a stadi non più attuali ed a unità immobiliari soppresse potrà essere autorizzato solo se la richiesta sarà adeguatamente e concretamente motivata per finalità di ricostruzione storica grafica dell’immobile come ad esempio nel caso di verifiche con riferimento a profili urbanistici ed edilizi stabiliti a livello comunale o regionale, oppure per attività di carattere peritale finalizzate all’individuazione di particolari profili civilistici, mirati a definire questioni contenziose.
La richiesta, opportunamente motivata, potrà essere compilata sul modello allegato e dovrà essere trasmessa con posta certificata all’indirizzo dp.vicenza@pce.agenziaentrate.it.

La copia della planimetria presente nella banca dati informatizzata, riferita a uno stadio superato o soppresso, verrà trasmessa, con lo stesso canale telematico utilizzato per la richiesta.

Le planimetrie riferite a uno stadio superato o soppresso non presenti nella banca dati informatizzata, invece, saranno rilasciate in copia conforme con le modalità previste per i certificati catastali.

Accesso agli atti ai sensi della legge 241/90
Per le richieste di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990, l’utente dovrà trasmettere una motivata richiesta con posta certificata all’indirizzo dp.vicenza@pce.agenziaentrate.it, utilizzando il modello 19T.
L’ufficio comunicherà all’utente l’esito della richiesta e, in caso di accoglimento, le modalità per il pagamento degli importi dovuti e per la consultazione/ritiro della documentazione.

Consultazione atti cartacei
Viste le modalità di erogazione dei servizi descritte nei paragrafi precedenti, la richiesta di consultazione a vista riveste carattere di eccezionalità ed indifferibilità, valutata caso per caso, e dovrà dimostrarsi non evadibile attraverso gli ordinari canali telematici.
Per accedere al servizio l’utente dovrà prenotare un appuntamento per il servizio “consultazione atti catastali cartacei” tramite la funzione disponibile nella pagina dedicata del sito ufficiale dell’Agenzia.

Si raccomanda di effettuare la prenotazione seguendo il percorso Contatti e assistenza → Assistenza catastale e ipotecaria → Prenotazione appuntamenti servizi catastali → Accedi al servizio)

Ciascun utente si potrà prenotare indicando nella richiesta i seguenti dati:
1. nome, cognome e codice fiscale del richiedente;
2. un recapito telefonico e un indirizzo di posta elettronica;
3. la categoria di appartenenza del richiedente;
4. l’indicazione dettagliata degli atti cartacei richiesti in consultazione per consentire all’ufficio di predisporre preventivamente la documentazione da visionare.

Effettuata la prenotazione, l’utente riceverà una mail di conferma con l’indicazione del giorno e dell’ora in cui dovrà recarsi in ufficio per consultare la documentazione cartacea.

Il servizio non potrà essere erogato e, quindi, l’utente dovrà prenotare un nuovo appuntamento, nei seguenti casi:
 assenza delle informazioni indicate nel precedente punto 4;
 qualora la persona che si dovesse presentare allo sportello, identificata con documento d’identità, sia diversa dal nominativo indicato nella conferma di prenotazione dell’appuntamento.

L’utente si dovrà recare in Ufficio consegnando:
1) originale del modello 8T con l’indicazione della documentazione da visionare;
2) eventuale delega completa di copia del documento d’identità del delegante.

L’incaricato dell’ufficio, dopo aver identificato l’utente, riscuote gli importi dovuti, rilascia la ricevuta di pagamento e autorizza la consultazione della documentazione cartacea.

ULTERIORI CHIARIMENTI ED ISTRUZIONI IN TEMA DI AUTONOMO CENSIMENTO IN CATASTO DELLE CANTINE E DELLE AUTORIMESSE (cfr. punto 3.3.2 della circolare n. 2/E del 1° febbraio 2016).

04/06/2020

Si trasmette la comunicazione protocollo numero 2231 del 4 giugno 2020 con la quale la Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare ha fornito chiarimenti in merito all’autonomo censimento in catasto delle cantine e delle autorimesse autonomamente fruibili.

Con l’occasione si raccomanda di adottare le indicazioni riportate nella nota allegata che, dal 1° luglio 2020, sono estese anche alle dichiarazioni di variazione, indipendentemente dal presupposto normativo in base al quale le stesse sono rese.

AGEDP-VI_50034_2020_1669_All1

ATTIVITA' DI RECUPERO DELLE DEFORMAZIONI DELLE MAPPE CATASTALI E COSTRUZIONE DELLE CONGRUENZE TOPOLOGICHE TRA MAPPE CONTIGUE

02/03/2020

Facendo riferimento alla precedente nota prot. 29501 del 22.03.2018 si comunica che, nell’ambito delle lavorazioni finalizzate all’eliminazione delle anomalie cartografiche che potrebbero avere riflessi negativi sull’utilizzo del servizio WMS e del Geoportale, nei prossimi mesi saranno interessati i comuni e i fogli riportati in allegato.

ACCETTAZIONE DOCUMENTI DI AGGIORNAMENTO DEL CATASTO FABBRICATI DO.C.FA

19/02/2020

E' pervenuta dall'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale di Vicenza – Ufficio provinciale -Territorio la seguente comunicazione:

"Come noto, negli scorsi anni l’attività per l’accettazione dei documenti di aggiornamento del catasto fabbricati era svolta da altri uffici del Veneto. Quest’anno, invece, il servizio è svolto direttamente da personale di quest’ufficio.
Le attività fin qui svolte hanno rilevato un importante numero di rifiuti prodotti dall’ufficio che sono opportunamente motivati nelle relative schede. Nonostante la particolare attenzione posta dai tecnici dell’ufficio nell’indicare i motivi di rifiuto, esistono casi particolari per i quali il professionista si deve relazionare con il responsabile del servizio e a tal fine sono stati modificati i servizi di assistenza professionale.


L’attuale servizio di assistenza professionale è suddiviso per tipo di catasto, terreni o fabbricati, mentre dal prossimo 10/03/2020 i professionisti potranno chiedere chiarimenti attraverso un unico servizio denominato “assistenza all’utenza professionale”, il cui accesso sarà consentito il mercoledì nella fascia oraria 9:00 - 12:00, previa prenotazione di un appuntamento con il servizio on-line presente nelle pagine del sito internet dell’Agenzia.
Con tale servizio e fino alla sua attivazione (10/03/2020) con gli attuali servizi di assistenza terreni e fabbricati, il professionista potrà chiedere chiarimenti in materia di aggiornamento del catasto e in particolare:
- aggiornamento cartografico (Pre.Geo);
- allineamento delle banche dati (cartografica, terreni, fabbricati e planimetrica);
- accettazione e/o rifiuto dei documenti di aggiornamento del catasto fabbricati (Do.C.Fa.).
- rettifiche classamenti, accertamento catastale, sanzioni.

Per rendere più efficace il servizio è importante che il professionista indichi nel campo “dettagli” il motivo della richiesta di assistenza e in particolare per i documenti Do.C.Fa. rifiutati il numero di protocollo e gli identificativi catastali.

In aggiunta agli appuntamenti da prenotare con il servizio on-line è attiva:
- l’assistenza telefonica (0444/046611 ) per fornire chiarimenti inerenti le attività del catasto fabbricati e/o terreni. Il servizio è erogato tutti i giorni nella fascia oraria 12:00 – 13:00;
- una specifica assistenza per i “rifiuti Do.C.Fa.” con motivazione “da conferire con il Responsabile”. Il servizio è erogato tutti i giorni nella fascia oraria 9:00 - 10:00:
o telefonando al numero 0444/046611 ;
o direttamente in ufficio (front-office), previa identificazione allo sportello di prima accoglienza.

ATTIVITA' DI RECUPERO DELLE DEFORMAZIONI DELLE MAPPE CATASTALI E COSTRUZIONE DELLE CONGRUENZE TOPOLOGICHE TRA MAPPE CONTIGUE

Facendo riferimento alla precedente nota prot. 29501 del 22.03.2018 si comunica l'elenco dei fogli interessati nei prossimi mesi all’eliminazione delle anomalie cartografiche, oltre a quelli già comunicati doc_000104726138.pdf

APPLICATIVO SERVIZI DI PUBBLICITÀ IMMOBILIARE MODIFICA DEL SISTEMA OPERATIVO A CURA DI SOGEI

22/11/2019

Applicativo Servizi di pubblicità immobiliare – Modifica del sistema operativo a cura di SOGEI – Comunicazione di interruzione dei servizi di consultazione e accettazione atti in data 29 novembre 2019 – Sospensione servizio di accettazione atti in data 2 dicembre 2019.

La Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare con nota prot. 887367 del 18/11/2019 ha informato lo scrivente Ufficio che per il giorno 29 novembre p.v. Sogei effettuerà un intervento di modifica dei sistemi operativi di Conservatoria WEB che comporterà la sospensione dei servizi di aggiornamento e consultazione dei registri immobiliari, sia presso gli uffici sia tramite la piattaforma Sister (ispezioni on line e trasmissione telematica degli atti) a partire dalle ore 10,30.

Pertanto, il 29 novembre (ultimo giorno del mese) le operazioni di fine giornata verranno completate entro le ore 12,00 per consentire la prevista migrazione che il partner tecnologico Sogei realizzerà a decorrere dal pomeriggio dello stesso giorno e nei successivi 30 novembre, 1 e 2 dicembre.

Nella giornata del 2 dicembre 2019 pertanto, in tutti gli uffici - ad eccezione dell’Area Servizi di pubblicità immobiliare di Palermo che opererà regolarmente al fine di testare il nuovo sistema operativo - rimarrà inibita l’attività di aggiornamento dei registri immobiliari (accettazione e lavorazione atti telematici e allo sportello nonché lavorazione delle comunicazioni di cancellazione d’ipoteca) che riprenderà regolarmente il giorno successivo (martedì 3 dicembre).

Di conseguenza, in data 2 dicembre 2019 gli uffici rimarranno aperti al pubblico per erogare esclusivamente i servizi di consultazione (ispezioni e certificazioni) ed eseguire attività di back office (ad esempio acquisizione dei dati dei soggetti dalle note d trascrizione e dai repertori).

Quanto sopra viene comunicato al fine di dare la massima diffusione ai professionisti appartenenti a codesti Consigli Notarili, Ordini e Collegi professionali.

RIPRISTINO CLASSAMENTO PER IMPROPRIA CANCELLAZIONE IN FASE DI REGISTRAZIONE DOCFA

02/10/2019

Si segnala che da una indagine del partner tecnologico SOGEI è emerso che in alcune provincie si è verificato un mal funzionamento del sistema operativo a seguito della registrazione degli atti del Catasto di dichiarazioni DOCFA per “Variazione per modifica identificativo” con cui sono stati impropriamente cancellati i dati di classamento presenti in banca dati.

Tale anomalia è stata generata da una impropria redazione delle dichiarazione DOCFA in cui :

  • Si è dapprima provveduto alla “costituzione” dell’unità immobiliare e successivamente ha fatto seguito la “soppressione” dell’unità originaria, perché interessata da una variazione di identificativo catastale. In tale fattispecie la soluzione da adottare è di compilare ogni dichiarazione DOCFA eseguendo le operazioni secondo l’ordine categorico “soppressa” e successivamente “costituita”;
  • La medesime unità immobiliare è stata dapprima “soppressa” e poi “costituita”, utilizzando lo stesso identificativo catastale. In questo caso particolare, la soluzione da adottare prevede che anche in presenza di una sola unità immobiliare nel fabbricato, per l’operazione di costituzione della nuova unità deve essere sempre utilizzato il primo subalterno libero (nel caso specifico la causale VMI viene per la maggior parte utilizzata al fine di aggiornare il toponimo indicato nella scheda planimetrica. Per tale finalità, al fine di non variare l’identificativo catastale, occorre utilizzare la causale “5 Altre” esplicitando la dizione “Rettifica indirizzo in planimetria”.

                                          

ACCATASTAMENTO STABILIMENTI BALNEARI SU AREA DEMANIALE

01/08/2019

E’ pervenuta dall’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare – Settore Servizi Catastali - la nota prot. n. 0661036 con la quale si forniscono delucidazioni in merito alla corretta modalità di accatastamento di immobili costituenti staabilimenti balneari realizzati su area demaniale.

AGENZIA DELLE ENTRATE DIVISIONE SERVIZI DIREZIONE CENTRALE SERVIZI CATASTALI CARTOGRAFICI E DI PUBBLICITÀ IMMOBILIARE

01/07/2019

Ad integrazione delle Comunicazioni di Servizio nn. 1-2/2019 della Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare,  si trasmette la Circolare n. 16/E - "Nuovi criteri di classamento di taluni beni immobili ubicati nell’ambito dei porti di rilevanza economica nazionale e internazionale di competenza delle Autorità di sistema portuale di cui all’Allegato A alla legge 28 gennaio 1994, n. 84"

Allegato A

ATTIVITA' DI RECUPERO DELLE DEFORMAZIONI DELLE MAPPE CATASTALI E COSTRUZIONE DELLE CONGRUENZE TOPOLOGICHE TRA MAPPE CONTIGUE

09/05/2019

Facendo riferimento alla precedente nota prot. 29501 del 22.03.2018 si comunicano i prossimi fogli interessati, nell’ambito delle lavorazioni finalizzate all’eliminazione delle anomalie cartografiche che potrebbero avere riflessi negativi sull’utilizzo del servizio WMS e del Geoportale

doc 46967 del 09/05/2019

1 2